Glossario

 

Prefazione

Questo glossario vuole fornire al pubblico, nella piu’ semplice spiegazione possibile, i principali concetti di rischio e sicurezza incontrati nel sito web: il suo obbiettivo non è pertanto quello di fornire delle definizioni unanimemente accettate.

La base del Glossario è il Glossary on Emergency Management, che è stato realizzato nel 2001 dall’European Centre of Technological Safety (TESEC) dell’Euro-Mediterranean network of Centres EUR-OPA Major Hazard Agreement del Consiglio d’Europa in collaborazione con altri centri di ricerca. Quest’ultimo Glossary conteneva definizioni sui termini base relativi alla gestione dell’emergenza e dei disastri. Queste definizioni dei termini sono state raccolte da diversi documenti nazionali ed internazionali relativi a quell settore.

 

Allagamento o Inondazione (Flood)

Significativo innalzamento del livello dell’acqua in un corso d’acqua, lago, bacino artificiale o regione costiera cosi’ da allagare aree normalmente asciutte.
 

Allarme (Alarm)

Segnale che avverte di un pericolo.
 

Allerta (Alert)

Avviso che si sta avvicinando una pericolosità ma non é cosi’ imminente da richiedere un segnale d’allarme.
 

Analisi del Rischio (Risk Analysis)

La determinazione della probabilità di un evento e le conseguenze del suo verificarsi (impatto) con l'obiettivo di confrontare possibili rischi e adottare decisioni sulla gestione del rischio.
 

Cambiamento climatico (Climatic change)

Cambiamento osservato nel clima a scala globale, regionale o sub-regionale causato da processi naturali e/o dall’attività umana.
 

Cartografia della Pericolosità (Hazard Mapping)

Il processo di ubicare geograficamente dove e con quale estensione particolari fenomeni sono in grado di minacciare persone, proprietà, infrastrutture ed attività economiche. La cartografia della pericolosità rappresenta il risultato della valutazione della pericolosità su una carta che mostra la frequenza/probabilità di evenienze di varia magnitudo o durata.
 

Catastrofe (Catastrophe)

Evento in cui la società incorre, o è in pericolo di incorrere, con perdite di persone e/o cose che interessano l’intera società per cui sono richieste straordinarie risorse ed esperti alcuni dei quali provenienti da altri paesi.
 

Ciclone (Cyclone)

Sistema atmosferico caratterizzato da una rapida inversione della circolazione delle masse d’aria in un centro a bassa pressione, solitamente accompagnato da maltempo spesso a carattere distruttivo. I cicloni circolano in senso antiorario nell’emisfero settentrionale e in senso orario in quello meridionale.
 

Consapevolezza Pubblica (Public Awareness)

Il processo di informare la comunità su la natura delle pericolosità e le azioni necessarie per salvare vite e proprietà prima e durante l’evento del disastro.
 

Consequenza (Consequence)

Risultato di uno specifico evento
 

Controllo di un disastro (Disaster Control)

Misure di controllo adottate prima, durante o dopo disastri naturali o antropici per ridurre la probabilità di danno, minimizzare i suoi effetti e iniziare la ripresa.
 

Desertificazione (Desertification)

Crisi ambientale che produce condizioni o paesaggi simili a quelli di un deserto.
 

Disastro (Disaster)

Una grave distruzione della funzionalità della società che causa diffuse perdite umane, materiali e ambientali che superano la capacità della società colpita di affrontarle usando solamente le proprie risorse. I disastri sono spesso classificati a seconda della loro causa (naturale o antropica).
 

Disastro Naturale (Natural Disaster)

Disastro in cui le principali cause dirette sono fenimeni naturali.
 

Disastro Tecnologico o Disastro Antropico (Technological disaster or “man-made disaster”)

Una seria distruzione del funzionamento della società che causa estese perdite umane, materiali o ambientali che superano la capacità della società colpita di affrontarla usando solamente le sue risorse e in cui le cause dirette principali sono azioni umane identificabili, attuate di proposito o meno.
 

Elemento a rischio (Element at risk)

Popolazione, edifici e opere di ingegneria civile, attività economiche, pubblici servizi e infrastrutture, etc. esposti alle pericolosità.
 

Emergenza (Emergency)

Un evento inatteso che pone in pericolo le vite e/o le proprietà e che richiede una immediate risposta con l’uso di risorse o procedure di routine da parte della comunità.
 

Emergenza Radiologica (Radiological Emergency)

In generale si riferisce ad eventi che coinvolgono il rilascio di significativi livelli di radioattività ed esposizione dei lavoratori o del pubblico a radiazioni come risultato di incidenti Nucleari o Radiologici.
 

Eruzione vulcanica (Volcanic eruption)

L'emissione (esplosivi aerei) di materiale frammentato, lava e gas da una bocca vulcanica
 

Frana (Landslide)

In generale, una frana è un movimento di una massa di roccia, terra o detrito lungo un versante a causa della gravità. Le frane appartengono a un gruppo di processi geologici indicati come Movimenti di massa che implicano il movimento in allargamento od avanzamento di una porzione del materiale costituente il versante per effetto della forza di gravità.
 

Gestione del Rischio (Risk Management)

Il processo attraverso cui sono prese le decisioni e intraprese le azioni per eliminare o ridurre gli effetti delle pericolosità identificate.
 

Identificazione della Pericolosità (Hazard Identification)

Rassegna delle pericolosità nonchè dell’ubicazione e delle condizioni associate con la pericolosità in una determinate area.
 

Incendi boschivi (Wildfires)

Un fuoco che brucia incontrollato in un ambiente naturale (es. una foresta o una prateria).
 

Incidente Chimico (Chemical Accident)

Accidentale rilascio di sostanze chimiche pericolose avvenuto durante la loro produzione, trasporto o lavorazione.
 

Maremoto (Tsunami)

Un Maremoto o Tsunami (termine giapponese che significa onda di porto) è una serie di onde oceaniche di grande lunghezza d'onda e di lungo periodo generate in una massa d'acqua da una perturbazione improvvisa che la mobilizza. Lo Tsunami consiste di 5-6 onde in cui la prima è piccola e chiamata "onda gentile". La seconda e la terza onda sono le onde alte e piu' distruttive.
 

Messaggio di Consapevolezza (Awareness Message)

Un messaggio di consapevolezza informa le persone sulla natura delle pericolosità che le circonda, le motiva a ricevere ulteriori informazioni, e fornisce semplici consigli di sicurezza.
 

Mitigazione del disastro (Disaster Mitigation)

Azioni di supporto per ridurre o eliminare il rischio a persone e cose da pericolosità e loro effetti.
 

Monitoraggio (Monitor or Monitoring)

Uso di controlli, ispezioni, ricognizioni, visite, campionamenti e misure, rilevamenti, rassegne o verifiche per fare misure in osservanza con leggi rilevanti, regolamenti, codici, procedure e/o pratiche; include le attività di autorità pubbliche e di enti industriali e indipendenti.
 

Ondata di calore (Extreme Temperatures Wave or Heatwave)

Prolungato periodo con temperatura dell’aria di superficie estremamente alta.
 

Pericolosità (Hazard)

Un pericolo conosciuto o percepito.
 

Pericolosità Geologica (Geological Hazard)

Processo o fenomeno geologico che puo’ causare perdita di vite, feriti o altri impatti sulla salute, danni alle proprietà, perdita di servizi, distruzioni sociali e danni ambientali. Le pericolosità geologiche comprendono processi interni alla Terra e relativi processi esterni. Fattori idro-meteorologici contribuiscono in modo importante ad alcuni di questi processi.
 

Pericolosità Idro-Meteorologica (Hydro-Meteorological Hazard)

Processo o fenomeno di natura atmosferica, idrologica o oceanografica che puo’ causare perdita di vite, ferite o altri impatti sulla salute, danni alle proprietà, perdita di servizi, distruzioni sociali ed economiche o danni ambientali.
 

Pericolosità Naturale (Natural Hazard)

Pericolosità attribuita a fenomeni naturali, che avviene minacciando persone, strutture o beni economici e puo’ causare un disastro. Puo’ essere causata da condizioni geologiche, sismiche, idrologiche o meteorologiche o da processi nell’ambiente naturale.
 

Pericolosità nucleare

Pericolosità  associata al rilascio di energia nucleare (impatto, radiazioni e materiali radioattivi)
 

Pericolosità Secondaria (Secondary hazard)

Quelle pericolosità che avvengono come il risultato di un'altra pericolosità o disastro, es., incendi o frane in seguito a terremoti, epidemie in seguito a carestie, carenze di cibo in seguito a siccità o alluvioni.
 

Pericolosità Tecnologica o Pericolosità Antropica (Technological hazard or “man-made hazard”)

Una situazione che puo' avere conseguenze disastrose per una società. Deriva da processi tecnologici, interazioni umane con l'ambiente, o rapporti entro o tra comunità.
 

Popolazione a Rischio (Population at Risk)

Una ben definite popolazione le cui persone, proprietà e/o mezzi di sostentamento sono minacciati da determinate pericolosità.
 

Predizione (Prediction)

Una dichiarazione del tempo, luogo e magnitudo attesi di un evento futuro (per inondazioni, frane, terremoti e d eruzioni vulcaniche, etc..)
 

Preparazione (Preparedness)

Abilità a gestire l’emergenza e affrontare efficacemente qualsiasi pericolosità attraverso mitigazione, risposta e ripresa tramite la pianificazione, l’istruzione e l’esercitazione.
 

Prevenzione (Prevention)

L’azione di prevenire che qualcosa accada.
 

Probabilità (Probability)

La probabilità che una certa evenienza abbia luogo.
 

Protezione Civile (Civil Defence)

Sistema di misure, solitamente istituite da un ente governativo, per proteggere la popolazione civile in tempo di guerra e fronteggiare e mitigare le conseguenze delle maggiori emergenze in tempo di pace.
 

Recupero (Recovery)

Ricostruzione delle comunità affinchè gli individui, gli affari e i governi possano funzionare indipendentemente, ritornare alla vita normale e proteggersi contro future pericolosità.
 

Riabilitazione (Rehabilitation)

Le operazioni e le decisioni prese dopo un disastro nell'ottica di restituire una comunità colpita alle condizioni di vita precedenti, mentre si incoraggiano e si facilitano gli aggiustamenti necessari ai cambiamenti causati dal disastro.
 

Ricostruzione (Reconstruction)

Le azioni intraprese per recuperare una comunità dopo un periodo di riabilitazione successivo ad un disastro. Le azioni comprendono la costruzione di residenze permanenti, il pieno recupero di tutti i servizi e la completa ripresa della situazione pre-disastro.
 

Riduzione del Rischio (Risk Reduction)

Misure di lungo termine per ridurre la scala e/o la durata di eventuali effetti avversi di pericolosità da disastri inevitabili e imprevedibili su una società che è a rischio attraverso la riduzione della vulnerabilità delle sue persone, strutture, servizi e attività economiche all'impatto di note pericolosità da disastri. Tipiche misure di riduzione del rischio comprendono miglioramenti negli standard costruttivi, zonazione delle aree inondabili e pianificazione territoriale, diversificazione del raccolto, etc..
 

Ripristino (Restoration)

Il processo di pianificare e/o realizzare procedure per il recupero o la ri-localizzazione del sito principale e dei suoi contenuti e per il ripristino delle normali attività nel sito principale. In senso lato, include la presa in considerazione e l’implementazione dei cambiamenti necessari al fine di migliorare la preparazione e mitigare l'impatto di future emergenze.
 

Rischio (Risk)

La stima della probabilità che avvengano danni alla vita, alla proprietà o all'ambiente nel caso in cui avvenga uno specifico evento pericoloso.
 

Rischio accettabile (Acceptable risk)

Grado di rischio per perdite umane e di materiali che è percepito dalla comunità o dalle principali autorità come tollerabile nell’opera di minimizzare il rischio di un disastro,
 

Rischio Residuale (Residual Risk)

Il rischio che ancora rimane dopo dopo la realizzazione delle pratiche di gestione del rischio.
 

Risposta (Response)

Condurre operazioni di emergenza per salvare vite e proprietà posizionando equipaggiamenti e rifornimenti di emergenza, evacuando potenziali vittime, fornendo cibo, acqua, rifugio e cure mediche a chi ne ha bisogno e ripristinare i servizi pubblici critici
 

Rottura di diga (Dam Failure)

Rilascio o versamento incontrollato di acqua, a causa di un danno ad una diga, che provoca una inondazione piu’ a valle
 

Siccità (Drought)

Periodo di carenza di umidità nel suolo cosi’ da provocare una insufficiente disponibilità di acqua per piante, animali ed esseri umani.
 

Sicurezza (Safety)

Una situazione senza rischi accettabili. Per gli scopi di questo testo, "Sicurezza" comprende la salute, la sicurezza e la protezione ambientale, inclusa la protezione della proprietà.
 

Soccorso (Relief)

Assistenza e/o intervento durante o dopo un disastro per raggiungere la conservazione della vita e le basilari necessità di sussistenza. Puo' essere di emergenza o di lunga durata.
 

Tempesta (Storm)

Vento con una velocità tra i 48 e i 55 nodi (tra 88 e 101 km/h)( vento forza 10 secondo la scala Beaufort)
 

Tempesta di Neve (Snow Storm)

Una tempesta con una diffusa nevicata accompagnata da forti venti.
 

Terremoto (Earthquake)

Un’improvvisa rottura della parte superiore della Terra, talora anche della superficie, risultante in vibrazioni del suolo che, dove sufficientemente forti, possono causare il collasso di edifici e la distruzione di beni e persone.
 

Uragano (Hurricane)

Ciclone tropicale che si forma nell’atmosfera su aree oceaniche calde, in cui la velocità dei venti raggiungono e superano i 74 miglie/ora (119 km/h) e soffiano in una larga spirale attorno ad un centro relativamente calmo detto “occhio”. La circolazione è in senso antiorario nell’Emisfero Settentrionale e in senso orario nell’Emisfero Meridionale. L’intesità di un uragano è definite in categorie da I a V.
 

Valanga (Avalanche)

Rapido movimento di neve lungo un versante per causa naturale o antropica.
 

Valutazione (Assessment)

Rilevamento di un disastro reale o potenziale per stimare i danni verificatisi o attesi e fare raccomandazioni per la prevenzione, la preparazione e la risposta ai disastri.
 

Valutazione del Rischio (Risk Assessment)

Combinazione dell'analisi della vulnerabilità e della pericolosità. La determinazione e la presentazione (solitamente in forma quantitativa) delle potenziali pericolosità e della probabilità ed entità del danno che puo' derivare da queste pericolosità.
 

Valutazione della Pericolosità (Hazard Assessment)

Il processo di stimare, per aree definite, la probabilità che avvenga un potenziale fenomeno, che causa danni, di una data magnitudo entro uno specifico periodo di tempo. La valutazione della pericolosità, prevede l’analisi di dati storici formali ed informali e un’abile interpretazione di carte topografiche, geologiche, geomorfologiche, idrologiche e dell’uso del suolo.
 

Valutazione di danno (Damage Assessment)

La preparazione di una valutazione specifica e quantitativa di danni fisici derivati da un disastro e raccomandazioni sulla riparazione, ricostruzione o sostituzione di strutture, equipaggiamenti e la riabilitazione di attività economiche (compresa l’agricoltura). Anche la valutazione e determinazione degli effetti attuali su risorse umane, economiche e naturali imputabili a disastri antropici o naturali.
 

Vittima (Casualty)

Persona ferita e bisognosa di cure mediche o uccisa a causa di disastri naturali o causati dall’uomo.
 

Vulnerabilità (Vulnerability)

La suscettibilità della vita, della proprietà o dell'ambiente se avviene uno specifico evento pericoloso.
 

Zonazione (Zonation)

In generale é la suddivisione di una entità geografica (nazione, regione, etc. ) in settori omogenei secondo certi criteri (per es., intensità della pericolosità, grado di rischio, stesso livello di protezione contro una certa pericolosità, etc.).
 

Allagamento o Inondazione (Flood)

Significativo innalzamento del livello dell’acqua in un corso d’acqua, lago, bacino artificiale o regione costiera cosi’ da allagare aree normalmente asciutte.
 

Allarme (Alarm)

Segnale che avverte di un pericolo.
 

Allerta (Alert)

Avviso che si sta avvicinando una pericolosità ma non é cosi’ imminente da richiedere un segnale d’allarme.
 

Analisi del Rischio (Risk Analysis)

La determinazione della probabilità di un evento e le conseguenze del suo verificarsi (impatto) con l'obiettivo di confrontare possibili rischi e adottare decisioni sulla gestione del rischio.
 

Cambiamento climatico (Climatic change)

Cambiamento osservato nel clima a scala globale, regionale o sub-regionale causato da processi naturali e/o dall’attività umana.
 

Cartografia della Pericolosità (Hazard Mapping)

Il processo di ubicare geograficamente dove e con quale estensione particolari fenomeni sono in grado di minacciare persone, proprietà, infrastrutture ed attività economiche. La cartografia della pericolosità rappresenta il risultato della valutazione della pericolosità su una carta che mostra la frequenza/probabilità di evenienze di varia magnitudo o durata.
 

Catastrofe (Catastrophe)

Evento in cui la società incorre, o è in pericolo di incorrere, con perdite di persone e/o cose che interessano l’intera società per cui sono richieste straordinarie risorse ed esperti alcuni dei quali provenienti da altri paesi.
 

Ciclone (Cyclone)

Sistema atmosferico caratterizzato da una rapida inversione della circolazione delle masse d’aria in un centro a bassa pressione, solitamente accompagnato da maltempo spesso a carattere distruttivo. I cicloni circolano in senso antiorario nell’emisfero settentrionale e in senso orario in quello meridionale.
 

Consapevolezza Pubblica (Public Awareness)

Il processo di informare la comunità su la natura delle pericolosità e le azioni necessarie per salvare vite e proprietà prima e durante l’evento del disastro.
 

Consequenza (Consequence)

Risultato di uno specifico evento
 

Controllo di un disastro (Disaster Control)

Misure di controllo adottate prima, durante o dopo disastri naturali o antropici per ridurre la probabilità di danno, minimizzare i suoi effetti e iniziare la ripresa.
 

Desertificazione (Desertification)

Crisi ambientale che produce condizioni o paesaggi simili a quelli di un deserto.
 

Disastro (Disaster)

Una grave distruzione della funzionalità della società che causa diffuse perdite umane, materiali e ambientali che superano la capacità della società colpita di affrontarle usando solamente le proprie risorse. I disastri sono spesso classificati a seconda della loro causa (naturale o antropica).
 

Disastro Naturale (Natural Disaster)

Disastro in cui le principali cause dirette sono fenimeni naturali.
 

Disastro Tecnologico o Disastro Antropico (Technological disaster or “man-made disaster”)

Una seria distruzione del funzionamento della società che causa estese perdite umane, materiali o ambientali che superano la capacità della società colpita di affrontarla usando solamente le sue risorse e in cui le cause dirette principali sono azioni umane identificabili, attuate di proposito o meno.
 

Elemento a rischio (Element at risk)

Popolazione, edifici e opere di ingegneria civile, attività economiche, pubblici servizi e infrastrutture, etc. esposti alle pericolosità.
 

Emergenza (Emergency)

Un evento inatteso che pone in pericolo le vite e/o le proprietà e che richiede una immediate risposta con l’uso di risorse o procedure di routine da parte della comunità.
 

Emergenza Radiologica (Radiological Emergency)

In generale si riferisce ad eventi che coinvolgono il rilascio di significativi livelli di radioattività ed esposizione dei lavoratori o del pubblico a radiazioni come risultato di incidenti Nucleari o Radiologici.
 

Eruzione vulcanica (Volcanic eruption)

L'emissione (esplosivi aerei) di materiale frammentato, lava e gas da una bocca vulcanica
 

Frana (Landslide)

In generale, una frana è un movimento di una massa di roccia, terra o detrito lungo un versante a causa della gravità. Le frane appartengono a un gruppo di processi geologici indicati come Movimenti di massa che implicano il movimento in allargamento od avanzamento di una porzione del materiale costituente il versante per effetto della forza di gravità.
 

Gestione del Rischio (Risk Management)

Il processo attraverso cui sono prese le decisioni e intraprese le azioni per eliminare o ridurre gli effetti delle pericolosità identificate.
 

Identificazione della Pericolosità (Hazard Identification)

Rassegna delle pericolosità nonchè dell’ubicazione e delle condizioni associate con la pericolosità in una determinate area.
 

Incendi boschivi (Wildfires)

Un fuoco che brucia incontrollato in un ambiente naturale (es. una foresta o una prateria).
 

Incidente Chimico (Chemical Accident)

Accidentale rilascio di sostanze chimiche pericolose avvenuto durante la loro produzione, trasporto o lavorazione.
 

Maremoto (Tsunami)

Un Maremoto o Tsunami (termine giapponese che significa onda di porto) è una serie di onde oceaniche di grande lunghezza d'onda e di lungo periodo generate in una massa d'acqua da una perturbazione improvvisa che la mobilizza. Lo Tsunami consiste di 5-6 onde in cui la prima è piccola e chiamata "onda gentile". La seconda e la terza onda sono le onde alte e piu' distruttive.
 

Messaggio di Consapevolezza (Awareness Message)

Un messaggio di consapevolezza informa le persone sulla natura delle pericolosità che le circonda, le motiva a ricevere ulteriori informazioni, e fornisce semplici consigli di sicurezza.
 

Mitigazione del disastro (Disaster Mitigation)

Azioni di supporto per ridurre o eliminare il rischio a persone e cose da pericolosità e loro effetti.
 

Monitoraggio (Monitor or Monitoring)

Uso di controlli, ispezioni, ricognizioni, visite, campionamenti e misure, rilevamenti, rassegne o verifiche per fare misure in osservanza con leggi rilevanti, regolamenti, codici, procedure e/o pratiche; include le attività di autorità pubbliche e di enti industriali e indipendenti.
 

Ondata di calore (Extreme Temperatures Wave or Heatwave)

Prolungato periodo con temperatura dell’aria di superficie estremamente alta.
 

Pericolosità (Hazard)

Un pericolo conosciuto o percepito.
 

Pericolosità Geologica (Geological Hazard)

Processo o fenomeno geologico che puo’ causare perdita di vite, feriti o altri impatti sulla salute, danni alle proprietà, perdita di servizi, distruzioni sociali e danni ambientali. Le pericolosità geologiche comprendono processi interni alla Terra e relativi processi esterni. Fattori idro-meteorologici contribuiscono in modo importante ad alcuni di questi processi.
 

Pericolosità Idro-Meteorologica (Hydro-Meteorological Hazard)

Processo o fenomeno di natura atmosferica, idrologica o oceanografica che puo’ causare perdita di vite, ferite o altri impatti sulla salute, danni alle proprietà, perdita di servizi, distruzioni sociali ed economiche o danni ambientali.
 

Pericolosità Naturale (Natural Hazard)

Pericolosità attribuita a fenomeni naturali, che avviene minacciando persone, strutture o beni economici e puo’ causare un disastro. Puo’ essere causata da condizioni geologiche, sismiche, idrologiche o meteorologiche o da processi nell’ambiente naturale.
 

Pericolosità nucleare

Pericolosità  associata al rilascio di energia nucleare (impatto, radiazioni e materiali radioattivi)
 

Pericolosità Secondaria (Secondary hazard)

Quelle pericolosità che avvengono come il risultato di un'altra pericolosità o disastro, es., incendi o frane in seguito a terremoti, epidemie in seguito a carestie, carenze di cibo in seguito a siccità o alluvioni.
 

Pericolosità Tecnologica o Pericolosità Antropica (Technological hazard or “man-made hazard”)

Una situazione che puo' avere conseguenze disastrose per una società. Deriva da processi tecnologici, interazioni umane con l'ambiente, o rapporti entro o tra comunità.
 

Popolazione a Rischio (Population at Risk)

Una ben definite popolazione le cui persone, proprietà e/o mezzi di sostentamento sono minacciati da determinate pericolosità.
 

Predizione (Prediction)

Una dichiarazione del tempo, luogo e magnitudo attesi di un evento futuro (per inondazioni, frane, terremoti e d eruzioni vulcaniche, etc..)
 

Preparazione (Preparedness)

Abilità a gestire l’emergenza e affrontare efficacemente qualsiasi pericolosità attraverso mitigazione, risposta e ripresa tramite la pianificazione, l’istruzione e l’esercitazione.
 

Prevenzione (Prevention)

L’azione di prevenire che qualcosa accada.
 

Probabilità (Probability)

La probabilità che una certa evenienza abbia luogo.
 

Protezione Civile (Civil Defence)

Sistema di misure, solitamente istituite da un ente governativo, per proteggere la popolazione civile in tempo di guerra e fronteggiare e mitigare le conseguenze delle maggiori emergenze in tempo di pace.
 

Recupero (Recovery)

Ricostruzione delle comunità affinchè gli individui, gli affari e i governi possano funzionare indipendentemente, ritornare alla vita normale e proteggersi contro future pericolosità.
 

Riabilitazione (Rehabilitation)

Le operazioni e le decisioni prese dopo un disastro nell'ottica di restituire una comunità colpita alle condizioni di vita precedenti, mentre si incoraggiano e si facilitano gli aggiustamenti necessari ai cambiamenti causati dal disastro.
 

Ricostruzione (Reconstruction)

Le azioni intraprese per recuperare una comunità dopo un periodo di riabilitazione successivo ad un disastro. Le azioni comprendono la costruzione di residenze permanenti, il pieno recupero di tutti i servizi e la completa ripresa della situazione pre-disastro.
 

Riduzione del Rischio (Risk Reduction)

Misure di lungo termine per ridurre la scala e/o la durata di eventuali effetti avversi di pericolosità da disastri inevitabili e imprevedibili su una società che è a rischio attraverso la riduzione della vulnerabilità delle sue persone, strutture, servizi e attività economiche all'impatto di note pericolosità da disastri. Tipiche misure di riduzione del rischio comprendono miglioramenti negli standard costruttivi, zonazione delle aree inondabili e pianificazione territoriale, diversificazione del raccolto, etc..
 

Ripristino (Restoration)

Il processo di pianificare e/o realizzare procedure per il recupero o la ri-localizzazione del sito principale e dei suoi contenuti e per il ripristino delle normali attività nel sito principale. In senso lato, include la presa in considerazione e l’implementazione dei cambiamenti necessari al fine di migliorare la preparazione e mitigare l'impatto di future emergenze.
 

Rischio (Risk)

La stima della probabilità che avvengano danni alla vita, alla proprietà o all'ambiente nel caso in cui avvenga uno specifico evento pericoloso.
 

Rischio accettabile (Acceptable risk)

Grado di rischio per perdite umane e di materiali che è percepito dalla comunità o dalle principali autorità come tollerabile nell’opera di minimizzare il rischio di un disastro,
 

Rischio Residuale (Residual Risk)

Il rischio che ancora rimane dopo dopo la realizzazione delle pratiche di gestione del rischio.
 

Risposta (Response)

Condurre operazioni di emergenza per salvare vite e proprietà posizionando equipaggiamenti e rifornimenti di emergenza, evacuando potenziali vittime, fornendo cibo, acqua, rifugio e cure mediche a chi ne ha bisogno e ripristinare i servizi pubblici critici
 

Rottura di diga (Dam Failure)

Rilascio o versamento incontrollato di acqua, a causa di un danno ad una diga, che provoca una inondazione piu’ a valle
 

Siccità (Drought)

Periodo di carenza di umidità nel suolo cosi’ da provocare una insufficiente disponibilità di acqua per piante, animali ed esseri umani.
 

Sicurezza (Safety)

Una situazione senza rischi accettabili. Per gli scopi di questo testo, "Sicurezza" comprende la salute, la sicurezza e la protezione ambientale, inclusa la protezione della proprietà.
 

Soccorso (Relief)

Assistenza e/o intervento durante o dopo un disastro per raggiungere la conservazione della vita e le basilari necessità di sussistenza. Puo' essere di emergenza o di lunga durata.
 

Tempesta (Storm)

Vento con una velocità tra i 48 e i 55 nodi (tra 88 e 101 km/h)( vento forza 10 secondo la scala Beaufort)
 

Tempesta di Neve (Snow Storm)

Una tempesta con una diffusa nevicata accompagnata da forti venti.
 

Terremoto (Earthquake)

Un’improvvisa rottura della parte superiore della Terra, talora anche della superficie, risultante in vibrazioni del suolo che, dove sufficientemente forti, possono causare il collasso di edifici e la distruzione di beni e persone.
 

Uragano (Hurricane)

Ciclone tropicale che si forma nell’atmosfera su aree oceaniche calde, in cui la velocità dei venti raggiungono e superano i 74 miglie/ora (119 km/h) e soffiano in una larga spirale attorno ad un centro relativamente calmo detto “occhio”. La circolazione è in senso antiorario nell’Emisfero Settentrionale e in senso orario nell’Emisfero Meridionale. L’intesità di un uragano è definite in categorie da I a V.
 

Valanga (Avalanche)

Rapido movimento di neve lungo un versante per causa naturale o antropica.
 

Valutazione (Assessment)

Rilevamento di un disastro reale o potenziale per stimare i danni verificatisi o attesi e fare raccomandazioni per la prevenzione, la preparazione e la risposta ai disastri.
 

Valutazione del Rischio (Risk Assessment)

Combinazione dell'analisi della vulnerabilità e della pericolosità. La determinazione e la presentazione (solitamente in forma quantitativa) delle potenziali pericolosità e della probabilità ed entità del danno che puo' derivare da queste pericolosità.
 

Valutazione della Pericolosità (Hazard Assessment)

Il processo di stimare, per aree definite, la probabilità che avvenga un potenziale fenomeno, che causa danni, di una data magnitudo entro uno specifico periodo di tempo. La valutazione della pericolosità, prevede l’analisi di dati storici formali ed informali e un’abile interpretazione di carte topografiche, geologiche, geomorfologiche, idrologiche e dell’uso del suolo.
 

Valutazione di danno (Damage Assessment)

La preparazione di una valutazione specifica e quantitativa di danni fisici derivati da un disastro e raccomandazioni sulla riparazione, ricostruzione o sostituzione di strutture, equipaggiamenti e la riabilitazione di attività economiche (compresa l’agricoltura). Anche la valutazione e determinazione degli effetti attuali su risorse umane, economiche e naturali imputabili a disastri antropici o naturali.
 

Vittima (Casualty)

Persona ferita e bisognosa di cure mediche o uccisa a causa di disastri naturali o causati dall’uomo.
 

Vulnerabilità (Vulnerability)

La suscettibilità della vita, della proprietà o dell'ambiente se avviene uno specifico evento pericoloso.
 

Zonazione (Zonation)

In generale é la suddivisione di una entità geografica (nazione, regione, etc. ) in settori omogenei secondo certi criteri (per es., intensità della pericolosità, grado di rischio, stesso livello di protezione contro una certa pericolosità, etc.).